full
color
#666666
http://www.archisal.it/wp-content/themes/zap-installable/
http://www.archisal.it/
#f6813e
style2
+39 071 20 22 08

NUOVA STAZIONE ALTA VELOCITÀ DI FIRENZE

Concorso internazionale di progettazione

Descrizione

Il progetto si basa su una concezione strutturale alternativa e più leggera di quella implicita nel bando e nel programma di scavo integrale del camerone Con la realizzazione di gallerie interrate a sezione idrostatica shell-form, che non interferiscono con il livello della falda e non hanno bisogno di particolari misure di contrasto Grandi gallerie in grado di galleggiare in immersione nel fluido terra e tre piccole camere idrostatiche che concentrano gli elementi di risalita e offrono una ridotta superficie di intercettazione della falda.

Gli altri spazi della stazione vengono realizzati al di sopra Con un volume di scavo pari a circa la meta di quello previsto, con strutture banali di contenimento del terreno e con una riduzione di più del 60% del ferro e del cemento utilizzati per la costruzione. Non si propone quindi un nuovo improbabile edificio, che sarebbe lungo come dall’abside laterale del Duomo di Firenze alla facciata dell’Annunziata lungo l’asse di via dei Servi, largo come la Piazza Fitti e profondo quanto l’altezza di una palazzo di sette piani, ma un nuovo parco, che esprime nel nostro progetto la sostenibilità del cambiamento a Firenze.

Un grande spazio pubblico fruibile dovunque. Un’architettura costruita con la logica della città, più che con quella della scatola edilizia. Lo spazio della stazione come impronta di un percorso urbano, che scende dolcemente verso la linea ferroviaria coperto da un’unica superficie verde praticabile, che descrive un nuovo sistema di relazione con le altre aree per la cultura e il tempo libero che si aggregano ai margini della città storica.

Colophon

Studio Salmoni Architetti Associati

Dettagli

Dove: Firenze (FI)

Anno di redazione: 2003

 

scroll
Caricamento articoli...
link_magnifier
#8e969a
on
loading
off