Archisal- Assisi I colori di Giotto COPERT

I colori di Giotto

COLOPHON

Progetto Espositivo e Direzione dei Lavori:

Studio Salmoni Architetti Associati 

con Arch. Vittorio Salmoni

Arch. Carla Lucarelli

Arch. Giovambattista Padalino

Comitato Scientifico:

Antonio Paolucci 

presidente 
Giuseppe Basile

Sergio Fusetti

Vittoria Garibaldi

Elvio Lunghi

Enrica Neri Lusanna

Padre Luigi Marioli

Serena Romano

Enrico Sciamanna

Francesco Scoppola

Alessandro Tomei

Allestimenti:

Guidobaldi allestimenti

DETTAGLI

Luogo: 

Assisi (PG)


Anno di redazione: 

2009-2010


Anno di realizzazione: 

2010

Previous
Next

Nell’ VIII Centenario della fondazione dell’ordine Francescano, la città di Assisi promuove uno straordinario evento dedicato a Giotto e agli affreschi della Basilica di San Francesco. Aspetti finora ignoti della sua pittura sono messi in evidenza anche grazie alle più moderne tecnologie che ci consentono di recuperare con il restauro le opere originali e di restituirle in forma virtuale.

Il progetto comprende da un lato il restauro dei dipinti murali di Giotto nella Cappella di San Nicola nella Basilica Inferiore, dall’altro la mostra “Giotto com’era” allestita nel trecentesco Palazzo del Monte Frumentario, che fa conoscere l’aspetto originale delle Storie di San Francesco della Basilica Superiore. Gli allestimenti del Monte Frumentario costituiscono il primo esempio in assoluto di un recupero virtuale di un ciclo pittorico condotto alla luce di ricognizioni specialistiche dell’opera. Per rendere ancora più interessante la restituzione delle Storie francescane, grazie alle tecnologie digitali di HAL9000, gli affreschi virtuali sono messi a confronto con il loro aspetto attuale disponibile in una serie di schermi con touch screen disposti in corrispondenza di ogni gruppo di scene.