Archisal- Castelraimondo OK copertina

ATC 11 Borgo Lanciano – Variante parziale al PRG e al piano attuativo dell’insediamento in area R1 piani di Lancianello

COLOPHON

Coordinamento e progettazione urbanistica:


ARCHISAL Studio Salmoni Architetti Associati


Arch. Vittorio Salmoni

Progettazione architettonica:


Studio Bizzarro & partners 

Architettura del Benessere


Arch. Sergio Bizzarro

Progettazione strutturale:


Archistudio 


Arch. Enrico Frezzi


Arch. Andrea Pierigè

Indagini geologiche-geotecniche:


Studio Geologico Associato


Geol. Marcello Maccari

Progettazione paesaggistica:


PAISA’ s.r.l. 

Architettura del paesaggio: 

Stignani Associati

Consulenze botaniche e naturalistiche:


SYNTA STUDIO


Dott. Nat. Luigi Paradisi


Dott.ssa Nat. Paola Galli

DETTAGLI

Luogo: 

Castelraimondo (Mc) Italia

– Località Borgo Lanciano

Committente: 

Privato

Anno di redazione: 

2018

Anno di realizzazione: 

2018-2020

Previous
Next

Il Borgo di Lanciano venne restaurato in un primo momento agli inizi degli anni 2000 per la realizzazione di un albergo diffuso, dotato di ristorante e SPA. In seguito al sisma del 2016, la proprietà ha deciso di scommettere sull’avvenire turistico di questa zona, ampliando in modo consistente la struttura ricettiva. La realizzazione dell’opera ha necessitato di una variante al PRG e al Piano attuativo vigente, che ne mutasse parte dell’azzonamento già individuato, aumentando la zona R1 per permettere l’ampliamento del relais. In sintesi, gli obiettivi della Variante sono stati i seguenti:
– Variazione della zonizzazione;
– Completamento degli interventi edilizi;
– Ampliamento della superficie esistente;
– Incremento della capacità ricettiva;
– Sviluppo dell’offerta turistica;
– Potenziamento dei servizi wellness.
– L’intervento edilizio ha previsto:
– Ristrutturazione del centro benessere con la conservazione delle volumetrie e sagome dell’edificio esistente;
– Mantenimento della configurazione architettonica presente;
– Realizzazione dell’ampliamento del centro benessere dotato di una zona accoglienza per utenti esterni alla struttura; un’area cure e trattamenti; una zona ristoro e una parte destinata a magazzino;
– Realizzazione di cinque nuove camere denominate Suite;
– Rimodulazione e distribuzione dello spazio esterno e delle aree verdi.