Archisal- An Palombare C28 COPERT

Edificio per residenze, uffici e negozi nel quartiere Palombare di Ancona

COLOPHON

Progettazione architettonica:

ARCHISAL Studio Salmoni Architetti Associati

Arch. Vittorio Salmoni

progettista incaricato e direttore dei lavori

Arch. Giovanna Salmoni

Arch. Raffaela Coppari

Arch. Maria Cristina Ferrara

Geom. Alfredo Filippetti

Arch. Manuela Vecchietti

Ing. Stefano Nicolini con

Prof. Arch. Pippo Ciorra

Progettazione strutturale:

Studio Miccichè Mathis

Ing. Gaetano Miccichè

progettista e direttore dei lavori opere strutturali

Progettazione impiantistica:

Termostudi Studio Tecnico Associato

Ing. Giovanni M. Massa

Geom. Carlo Nobili

Ing. Bruno Roccheggiani

Studio Geologico – Geotecnico:

Geol. Piergiacomo Beer

DETTAGLI

Luogo: Ancona (AN)

Anno di redazione: 2008

Anno di realizzazione: in corso

CONSULENTI

Studio Geologico – Geotecnico 

Geol. Piergiacomo Beer

Consulente Esperto Casa Clima 

Arch. Danilo Colletti

IMPRESA

Mast Edil s.r.l.

RASSEGNA STAMPA

Quartiere Palombare (articolo)

Previous
Next

La scelta di differenziare il più possibile le volumetrie, introducendo il cortile centrale che svuota e separa i quattro corpi, consente di articolare i percorsi per garantire la massima permeabilità e continuità tra il nuovo edificio e le aree esterne. Il lotto è diviso in due subcomparti: uno (A) prevede un intervento di demolizione e nuova costruzione, mentre l’altro (B) di ristrutturazione dell’ edificio esistente.

L’idea è quella di dividere il subcomparto A in 3 diversi corpi di fabbrica, immersi nel verde. Il basamento è l’elemento di unità e riconoscibilità dell’edificio e ospita tutte le funzioni ‘pubbliche’, mentre ai piani superiori si trovano le residenze. Ogni corpo di fabbrica diventa riconoscibile per forma, colore, articolazione, copertura e per il diverso sistema degli affacci e delle aperture (logge, balconi, finestre e portefinestre). Per soddisfare le diverse esigenze, sono previste differenti metrature e tipologie per i 40 appartamenti. Oltre al rispetto di alcuni requisiti di qualità e sostenibilità imposti dal PdR di Palombare, l’edificio è stato progettato e sarà realizzato tenendo conto di quanto indicato dall’Agenzia CASACLIMA di Bolzano, al fine di perseguire la certificazione energetica in CLASSE A.