Archisal_Luci Ancona 01_copertina

Luci d’Ancona 2001

COLOPHON

Ideazione e cura:
Studio Salmoni Architetti Associati
Dott.ssa Cristiana Colli

Allestimenti e Installazioni
IECE s.r.l.
iGuzzini Illuminazione

Enti promotori:
Comune di Ancona
Confcommercio
FAI-Fondo per l’Ambiente Italiano
Banca Popolare di Ancona

DETTAGLI

Luogo: Ancona (AN)
Anno di redazione: 2001
Anno di realizzazione: 2001-2002

LINK

IECE s.r.l
iGuzzini
Video

RASSEGNA STAMPA

Luci di Ancona 2011 (articolo)

Previous
Next

Il progetto Luci di Ancona nasce da un’idea del Fai – Fondo per l’ambiente Italiano, organizzato d’intesa con l’Amministrazione Comunale, la Confcommercio, la Banca Popolare di Ancona, l’Università. È un progetto sulla luce in quanto elemento fondamentale per valorizzare la città, il suo patrimonio artistico e storico. Per l’iniziativa dell’anno 2001 sono state coinvolte professionalità trasversali e sensibilità differenti: Pepimorgia in Piazza Roma, Carlo Bernardini con i suoi romboidi di fibre ottiche a disegnare nello spazio figure sospese, Pietro Mussini con lampade tecniche dell’informazione stradale lungo Corso Carlo Alberto.

E ancora altri luoghi quali il Rettorato a cura della iGuzzini e la lanterna della Chiesa del Santissimo Sacramento su progetto di Effetto Luce. Infine il Teatro delle Muse, il luogo più atteso, quello che più di ogni altro rappresenta una parte importante dell’identità della città, che ha ospitato un’installazione di Studio Azzurro che prevedeva delle proiezioni sulla facciata di corpi imprigionati nel teatro: anime di ballerini, forse di sessant’anni fa, rimaste chiuse là dentro, che finalmente cercavano di uscire.