Tav. 01

Nuovo Polo Scolastico

Progetto di fattibilità

COLOPHON

Progetto architettonico:

ARCHISAL Studio Salmoni Architetti Associati


Arch. Vittorio Salmoni


Arch. Raffaela Coppari

DETTAGLI

Luogo:

Comune di Treia (MC), frazione di Passo Treia


Committente: 

Comune di Treia


Anno di redazione:

2018-2020

Previous
Next

Il seguente studio di fattibilità è stato redatto al fine di individuare la migliore soluzione progettuale per la realizzazione del nuovo polo scolastico di Passo Treia. Il progetto del nuovo polo scolastico rappresenta una opportunità di riqualificare e valorizzare un’area di circa 10.000mq, centrale per tutta la comunità, inserita in un tessuto edilizio residenziale, in parte di recente formazione e in parte più consolidato, e caratterizzata dalla presenza di una struttura di interesse pubblico di notevoli dimensioni, la Chiesa. Si tratta di un’area sostanzialmente pianeggiante che ben si adatta alla previsione di un nuovo polo scolastico e ricreativo, ma attualmente occupata da vari edifici per i quali si prevede la demolizione. Il polo comprende un asilo nido per n. 30 bambini, una scuola dell’infanzia per n.4 classi e una scuola primaria per n. 8 classi con palestra idonea anche alla apertura al pubblico esterno.

Il nuovo Polo, sicuro e ben attrezzato, è integrato ad un sistema di spazi verdi e percorsi ciclo-pedonali di attraversamento che ottimizzano l’accessibilità all’area. Lo studio di fattibilità ha valutato cinque scenari progettuali, tra loro alternativi per configurazione planoaltimetrica, per le relazioni con il tessuto circostante e per la possibilità di realizzazione in diversi stralci. Lo scenario finale prevede un polo per l’infanzia 0-6 anni ad unico piano, di circa 1.160 mq; una scuola primaria a due livelli, di circa 1.700 mq con palestra di tipo B di circa 1.100 mq. L’ orientamento, la centralità del grande parco interno come elemento di continuità e l’analisi delle possibili interferenze acustiche con l’intorno e tra le attività interne allo stesso polo, sono stati gli elementi che maggiormente hanno determinato l’assetto finale dell’area e l’organizzazione distributiva e funzionale del plesso.