Piano regolatore portuale di Numana

COLOPHON

Coordinamento e progettazione:
ARCHISAL Studio Salmoni Architetti Associati
Arch. Vittorio Salmoni
Arch. Giovanni Marinelli

DETTAGLI

Luogo: Numana (AN)
Anno di redazione: 2004-2005

Previous
Next

Gli obiettivi del Piano di recupero portuale sono i seguenti: riorganizzazione degli spazi e articolazione in 3 aree funzionali: zona portuale, zona preportuale, zona balneare , interazione del porto con il vicino centro storico integrando dei servizi mancanti L’accesso all’area portuale costituisce un punto cruciale risolto prevedendo una rotatoria (che coinvolge in parte l’ambito urbano) che regolamenta sia i flussi automobilistici in entrata e in uscita dal porto che quelli relativi al lungomare. I percorsi pedonali assumono un ruolo fondamentale all’interno del progetto: oltre a costituire uno spazio di servizio rappresentano un elemento di “cucitura” e riqualificazione edilizia e un collegamento fra due zone, quella di Numana Bassa e quella di Numana Alta tra le quali il porto turistico è inserito. È infatti stato previsto un sistema di percorsi paralleli, uno scoperto e l’altro coperto da un porticato, che partendo dall’area preportuale, proseguono all’interno del porto, e costituiscono un fronte comune per gli edifici della zona dei servizi portuali .11 belvedere individuato nella fascia compresa fra la via urbana e quella di accesso al porto, nel cui dislivello è prevista la realizzazione di porticati destinati a usi complementari alla nautica e al diporto. La copertura degli edifici, attrezzata e collegata con un sistema di scale ai livelli superiore e inferiore costituisce una terrazza panoramica verso il porto.