Archisal Cardeto COPERT

Restauro e valorizzazione dell’antico cimitero ebraico di Ancona

COLOPHON

Progetto architettonico:


ARCHISAL Studio Salmoni Architetti Associati


Arch. Paola Salmoni


Arch. Giovanna Salmoni 
con


Arch. Cristina Maria Ferrara


Arch. Carla Lucarelli


Arch. Giovambattista Padalino


Arch. Manuela Vecchietti

Progetto strutturale:


Ing. Giuseppe Lucarini

DETTAGLI

Luogo: 

Ancona


Committente: 

Comune di Ancona


Anno di redazione: 

2001


Anno di realizzazione: 

2002-2005

Previous
Next

l “campo degli ebrei” si affaccia sul mare Adriatico e si estende per circa 15.000 mq. Sono state ritrovate circa 1058 tra lapidi e cippi: le lapidi più antiche risalgono al XVI secolo le più recenti risalgono al 1860 circa. Il progetto di restauro del cimitero si è concentrato essenzialmente su tre aspetti.

Il primo è quello relativo alla realizzazione di una nuova recinzione in rete metallica, integrata alla parte di muro ottocentesco recuperata. Si è cercato di conservare quella continuità visuale tra il campo e il mare che ne rappresenta una delle caratteristiche più affascinanti. Lungo il recinto corre un percorso perimetrale, che permette di guardare nel campo e allo stesso tempo connettono il cimitero ai luoghi monumentali della città. La rampa pedonale è l’inizio del percorso che giunge a monte al belvedere, luogo di sosta panoramico verso il cimitero, il mare e  il parco.
Il secondo è quello della sistemazione interna, che facilita l’accesso sia del visitatore generico sia di coloro che hanno i propri cari sepolti nel campo.

Il terzo riguarda il restauro specifico delle lapidi, la loro catalogazione, l’allestimento di uno spazio in cui il pubblico interessato può accedere alle informazioni raccolte e “messe in rete”.